I miei strumenti di scrittura: il diario

04Sì, ma è il diario privato?

Sì e no. Andiamo con ordine.

è un raccoglitore in formato A5. Così, se voglio scriverci in un posto che non è casa mia, metto qualche foglio in borsa e viaggio leggero.

La copertina è di ecopelle a righe. L’ho cucita io con le mie manine perché se non personalizzo muoio e l’ecopelle fa molto “scrittore serio”. (Devo ancora trovare il modo di stirare quella antiestetica piega all’angolo sinistro.)

L’ho diviso 3 sezioni:

04bAl fondo, la cartellina con gli adesivi. Ho già detto che ho 12 anni mentali? Scrivo spesso e volentieri con l’aggiunta di adesivi. Ringrazio sentitamente la Corea del Sud per il suo contributo a questa sezione.

04cLa prima sezione è composta di fogli beige e raccoglie le riflessioni sulla mia vita privata. (La carta colorata si può acquistare online o nei negozi di materiale da ufficio).

04dLa seconda sezione è composta da fogli verdi, scritti con inchiostro verde, e contiene tutto quello che riguarda la scrittura: se ho scritto tumblr_m1k6reW0RD1qb1380, cosa e come, quali problemi sono spuntati fuori e quali ho risolto, quanto mi fa schifo quello che scrivo, quanto mi sembra geniale (sì, sono lunatico) e via così, tutto quello che mi passa per la testa.

Ho voluto tenere vita e scrittura unite ma separate, perché per me è proprio questo il loro rapporto. Sono due stanze distinte ma comunicanti, e il cambiamento di luce e temperatura quando si passa dall’una all’altra è moderato ma inequivocabile. Volevo un diario che riflettesse la mia organizzazione mentale. Più volte ho trattato argomenti che non sapevo in quale sezione collocare, e allora mi sono fatto guidare dalle viscere.

04eNon ci sono quadretti né righe, perché vado dritto per conto mio, e voglio tracciare schemi o fare disegni senza dover scavalcare segni lasciati da qualcun altro.

Non sono fogli singoli, ma blocchetti di 5 fogli A4 ciascuno, piegati a metà, cuciti (con il filo interdentale! è molto resistente e profuma di menta) e bucati a mano. In questo modo quando un ciclo della mia vita o della mia attività di scrittore si conclude, posso riunire tutti i blocchetti e rilegarli in modo da ottenere un “quaderno a tema”.

E voi tenete un diario di scrittura?

Annunci

23 pensieri su “I miei strumenti di scrittura: il diario

  1. Diario scrittura no.. La moleskine è tutto ciò che di cartaceo tengo e li ficco in modo poetico, in tentativi piuttosto vani direi, anche quello che capita a me. Cerco di farlo diventare un pensiero astratto. Sn molto riservata.. Tenevo un diario con pseudonimi solo in line nell anonimato più totale…Opinioni/frustrazioni sul mio modo di scrivere no.

      1. Ecco io uso i miei pensieri x farli diventare frasi. Nn lì tengo x me. Li spersonalizzo xe uso wordpress x scrivere cm se fosse un libro e nn un diario.. E poi c è che mi vergogno…

  2. Carissimo una domanda (ovviamente ironica): devi essere bene in forma per poter trasportare quanto ho visto sino ad ora! Da rapidi calcoli siamo oltre i 6Kg di oggettistica varia del kit.

    PS.: odio le moleskine, ormai le si usano perché fanno un sacco figo! 😀 Non vogliatemene…

    1. Le uso dal 2011 di sicuro xe sn tutte uguali e piccole. Rigorosamente quelle a righe. Stanno in borsa e sn abitudinaria. Ho cambiato solo il colore da rosso a nero. Poi nn è che vedo molta gente cn la moleskine.. Nn mi capita quasi mai di vedere gente scrivere a mano al giorno d oggi!!!

      1. Ritornerà ritornerà stai pur certa. Eh, sta anche a noi farlo apprezzare ai più piccoli (parlo per me che son vecchio).

      2. A me non dispiacciono le moleskine, ma compro più volentieri quelle di sottomarca per spendere di meno e perché mi dispiacerebbe tagliuzzare un taccuino piuttosto pregiato.

      3. Io sn maniaca delle cose in serie.. Stesse moleskine, stessa penna, stessa distanza tra un pensiero e l altro.. Avessi pure una calligrafia superba e capacità di espressione più fine, sarei al top

  3. Ti ho già detto che amo la tua organizzazione?
    Dovrei ritagliarmi del tempo per ordinare le idee perché i metodi che usi tu penso che aiutino e tanto.

  4. Io preferisco i fogli a quadretti, ma non seguo per niente la quadrettatura, quindi viene un bel casino. Nel foglio senza righe mi sento un po’ persa. Avrà un significato questa cosa? (Belle queste incursioni nel tuo mondo di oggetti scribacchiosi. :-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...