Il coraggio di scrivere in un mondo postmoderno

Per scrivere ci vuole un bel coraggio. Soprattutto oggi. Una volta era più lineare. Non più giusto, ma più lineare.

Al momento dell’unificazione d’Italia, quasi l’80% della popolazione era analfabeta. La televisione arriva nelle case degli italiani a partire dagli anni ’50. Internet esiste solo da qualche decennio. Prima di tutto questo, la cultura era una faccenda per pochi.
Esistevano i re e le regine dell’ambiente culturale – magari in guerra o disaccordo tra loro, ma pur sempre élite. La cosiddetta élite culturale. Un gruppetto sparuto di autorità, che decidevano cosa fosse bello e cosa no, cosa fosse degno di pubblicazione, e cosa no. Con loro, la guerra durava poco: eri dentro, oppure fuori.
A volte l’autorità degenera in ideologia. Nel secolo scorso hanno anche bruciato i libri che contestavano, per caso o di proposito, l’ élite (politica, e quindi culturale) prevalente del tempo.
Eppure leggetevi “Lessico Famigliare”. Natalia Ginzburg ricostruisce con tenerezza l’ambiente lavorativo della “sua” casa editrice Einaudi. Non che fossero tempi d’oro (in fondo la Ginzburg, insieme ad altri, rifiutò il manoscritto di “Se questo è un uomo”) ma, per dirne una, al suo fianco lavorava Cesare Pavese, e la casa editrice non era una azienda qualsiasi, votata al guadagno prima di tutto.

Adesso, internet ci ha dato l’illusione dell’ubiquità. Essere leggibili da tutti in qualsiasi momento, senza spese, senza editor, spesso senza criterio. La logica aziendale cavalca adeguatamente questo delirio di onnipotenza: più persone comprano un libro, più quello è considerato un buon libro, come se fosse un paio di scarpe.
I re e le regine della cultura? Quelli ci sono ancora, invecchiati, arroccati – ma questo secolo non appartiene più a singole personalità di spicco. Questo secolo appartiene alle correnti. Ai generi. A flussi indistinti di voci che si accorpano sulla base di somiglianze, assonanze, a volte senza confini precisi, in continua ibridazione e mutamento.

Tutta questa onnipotenza, questa uguaglianza e libertà virtuali sono un’illusione. I nostri nuovi dei letterari, il denaro e la visibilità, sono volubili e non hanno occhi per tutti. Affinché qualcuno venda tanto, sia letto tanto, abbia molta visibilità, qualcun altro deve fallire, rimanere ai margini del mondo letterario. Il potere, in ogni sua forma, implica l’esclusione di qualcuno.

Qualcosa rimane costante rispetto a un secolo fa. Nessuna forma di potere ha autorità completa e infallibile sulla natura del talento, della capacità, della qualità. Al potere, in fondo, non interessa il talento. Interessa solo auto-alimentarsi, attraverso l’esclusione di tutto ciò che lo contraddice.
Quindi tu, caro autore emergente preoccupato di non vendere abbastanza copie, o di non avere abbastanza visualizzazioni… prendila con filosofia.

Può darsi che tu scriva immondizia, o che abbia appena composto la nuova Divina Commedia. Ma tutto questo non dipende da quante copie vendi o da quante visualizzazioni ottieni. Il marketing, ovvero la capacità di mercanteggiare con il potere e di insinuarsi tra gli interessi dei potenziali lettori, è pregevole ed assolutamente necessaria, ma non c’entra niente col talento.
Ieri come oggi, il tuo giudice più autorevole ed esigente deve essere te stesso. Come faccio io? Cerco di leggere libri onesti, incisivi, e di curare l’aspetto artigianale della scrittura. La mia idea di “buona scrittura” è chiara. Accetto volentieri consigli, impressioni, critiche. Poi, faccio come dico io (o meglio, faccio come dice lei).

Annunci

2 pensieri su “Il coraggio di scrivere in un mondo postmoderno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...